Dax 30, probabile completamento del testa e spalle ribassista.

Lo scorso 6 aprile abbiamo analizzato un grafico settimanale dell’indice sul Dax 30, l’indice dei 30 titoli tedeschi a capitalizzazione più elevata. Cliccando qui può leggere l’articolo.

Nell’analisi avevamo individuato un’ importante figura di analisi tecnica classica, definita testa e spalle ribassista. Avevamo individuato una possibile chiusura della spalla destra della figura in area 12.700. Nella seduta dello scorso 24 aprile, l’indice ha realizzato un massimo a 12.647 e poi ha cominciato a correggere verso il basso. Viene spontaneo chiedersi: la risalita, e di conseguenza la spalla destra del testa e spalle, si è conclusa?

Analizziamo nuovamente la situazione tecnica e cerchiamo di capirlo:

Se osserviamo ancora il grafico settimanale, notiamo che sembra si stia realizzando una candela di inversione ribassista, ma siamo ancora a metà settimana e per definire la candela di inversione dobbiamo attendere la sua chiusura. Il nostro indicatore di timing ha girato in prossimità del livello ottimale, disegnato con la linea rossa.

In conclusione possiamo dire che la figura del testa e spalle ha preso forma come ipotizzato nel precedente articolo ma che, per poter considerare chiusa la spalla destra sul grafico settimanale, dobbiamo attendere la conferma della candela di inversione (e, dunque, il prossimo venerdì a mercati chiusi potremmo avere definitiva conferma).

Per i trader di breve termine che volessero capire se quel testa e spalle possa essersi concluso o meno, è necessario scendere di time frame e cercare di “leggere” il movimento discendente partito dal massimo del 24 aprile scorso a 12.647  punti indice per individuare livelli più precisi.

Quello che segue è un grafico orario, sempre dell’indice Dax30:

Facendoci aiutare dai pattern di Elliott e da alcuni indicatori con impostazioni tali da confermare o meno la caratteristica delle onde, possiamo dire che il primo movimento discendente di brevissimo sembra avere carattere impulsivo, per cui un’onda A o 1.

La risalita che l’indice sta realizzando dal minimo in area 12.312 sembra avere carattere correttivo, per cui un’onda B o un’onda 2.

Detto ciò le conclusioni che possiamo trarre è che le probabilità di discesa di un ulteriore impulso ribassista (un’onda C o 3) sono molto elevate.

Il livello che dovrebbe arrestare onda B o 2 potrebbe essere area 12.500 o, oltre questo livello si prospetterebbe un’onda B o 2, per cui una correzione, molto più complessa.

In conclusione i livelli da monitorare sono area 12.500, valore indice, e dalla tenuta di questo livello ci aspetteremmo la partenza di un movimento impulsivo (un’onda C o 3) verso il basso che potrebbe portare l’indice in area 12.000.

Buon trading!
Agata