Il Trading può renderti libero?

Uno dei lati migliori del Trading è quello di potersi dedicare a questa attività per il tempo che si vuole: una o due ore al giorno ad esempio, per poi fare altro, come dedicarsi ad un’altra attività (per chi fa del Trading un secondo lavoro) oppure alla propria famiglia o ai propri hobby per chi, come me, vede il trading come uno strumento per migliorare la propria qualità di vita.

Se mi stai seguendo da qualche tempo, infatti, avrai notato che io non sto mai davanti al pc tutto il giorno, ma dedico al trading solo una parte della mia giornata… e spesso mi prendo dei giorni di vacanza.

Certo, lo posso fare perché ormai ho un sistema di trading collaudato, ma non è questo l’unico motivo.

Il fatto è che questo sistema mi consente di inserire le mie operazioni sul mercato in qualunque orario della giornata e poi demandare al software la gestione della operazione. In altri termini, una volta aperta la posizione, la maggior parte delle volte inserisco il livello dove voglio prendere profitto (target) o dove fermerò la perdita (stop loss) e mi dedico ad altro.

In una mail precedente ti ho anche spiegato i vantaggi di questo modo di fare trading: meno stress e migliori risultati… e non voglio qui ripetermi per non annoiarti. Se non hai letto il mio articolo precedente ti invito a farlo perché a mio avviso è il modo migliore per aumentare le performance del tuo trading (Puoi trovare l’articolo cliccando qui).

Oggi voglio darti un altro consiglio che reputo prezioso.

Prima però due parole per farti capire l’importanza di quello che sto per dirti.

Molti trader, e non solo quelli inesperti perché questo è un fenomeno che ho potuto verificare anche in alcuni trader avanzati, tendono ad operare ininterrottamente per ore e ore, e questo anche quando hanno cominciato bene o molto bene la giornata di trading, andando subito in profitto con le prime operazioni.

A mio avviso questo è un errore imperdonabile.

Sai qual è il risultato?

Che molto spesso si rimangiano i guadagni o, quando va bene, hanno lavorato 10 ore per poi ritrovarsi al punto di partenza.

Sai perché succede? Perché non considerano quello che per me è uno dei pilastri, dei punti fermi di questa magnifica attività che è il trading, ovvero: il trading deve servire a migliorare la qualità della tua vita.

Se volevo lavorare 10 ore al giorno avrei continuato a fare l’avvocato a tempo pieno.

L’obiettivo non deve essere guadagnare tanto o molto di più rispetto a quanto guadagnavi con il tuo lavoro di prima, ma guadagnare lo stesso importo in meno tempo, per avere più tempo libero.

Certo, con il trading si può anche guadagnare molto di più, ma devi sempre mettere in conto che è una attività di rischio. Quindi se alle 9.00 del mattino, dopo una sola ora di attività, ho già guadagnato il “giusto” perché non smettere?

Pensi che stia farneticando?

Allora prova a pensare a un impiegato medio che guadagna in busta paga 1500 euro al mese. Supponiamo che mediamente lavori 20 giorni al mese quindi ogni giorno di lavoro, in otto ore in azienda, porta a casa 75 euro.

Credi che se questo impiegato guadagnasse la stessa cifra in sole due ore di lavoro resterebbe in azienda altre 6 ore (per guadagnare sempre e solo i suoi 75 euro)? Io credo proprio di no.

Allora mi domando se sei un trader e oggi alle 9 hai già fatto “giornata” perché restare davanti al pc a lavorare per altre 6 ore (ma spesso anche di più)?

Segui il mio esempio, quando hai fatto giornata dedicati ad altro, è molto più appagante  e ti senti padrone del tuo tempo.

E’ quello che ho fatto io quest’oggi.

Gratis: La Guida del "Trader di Successo"

Cos’è il trading e perché fare trading potrà migliorare la tua vita e riempirla di soddisfazioni.

Clicca Qui Per Accedere...

Guarda il grafico che segue:

 

Questo è il grafico del Dax che, come ti dicevo, è uno dei miei strumenti preferiti. Quando questa mattina alle 8.15 ho acceso il mio pc ho trovato esattamente questo grafico.

Che informazioni avevo?

Il mercato alle 8.00 del mattino si è trovato molto più in alto rispetto alla sera precedente, creando un vuoto di prezzi (in gergo tecnico si chiama LAP).

Per il mio Sistema Mani Forti questa è una informazione importante: il prezzo era in una situazione di eccesso. Quindi era molto probabile un ritorno verso il basso a colmare, a chiudere questo vuoto.

Fedele al mio Sistema, però, sapevo che prima di vendere dovevo attendere che il prezzo si portasse sotto il mio indicatore, segnato nel grafico con la linea tratteggiata rossa.

Ti svelo un altro piccolo trucco: in casi come questo, molto spesso quando il prezzo si porta sotto al livello fatto segnare alle 8.00 Indicato dalla linea rossa nel grafico che segue) manifesta ulteriore debolezza e il mercato è pronto per essere venduto.

Guarda il grafico che segue così puoi capire meglio questa tecnica che in realtà è semplicissima e prevede di vendere sotto il prezzo delle 8.00.

 

Ovviamente poteva succedere che il prezzo non si portava sotto quel livello e in quel caso non avrei fatto niente. Ma le probabilità erano dalla mia parte, si trattava solo di aspettare.

Ed infatti….

Il prezzo si è portato sotto il livello che avevo individuato e come da programma ho venduto, posizionando immediatamente il mio stop loss sopra ai massimi fatti segnare dai prezzi.

Ormai dovresti sapere che lo stop loss è il livello dove chiuderò in perdita la mia operazione se le cose non andranno per il verso giusto, una sorta di assicurazione del capitale che mettiamo giornalmente a rischio nel trading. Pago qualcosa di stop per conservare il resto del mio capitale.

Il target invece è il livello dove uscirò in guadagno. In questo caso ho utilizzato un metodo che insegno nel mio Sistema Mani Forti, ovvero posizionare il target in misura pari allo stop.

Dunque dal momento che lo stop era di 26 punti, ho posizionato un target alla stessa distanza di 26 punti.

Vediamo cosa rischiavo: utilizzando il contratto Dax “grande”, quello da 25 euro a punto, lo stop sarebbe stato di 650,00 euro. Ho deciso di ridurre il rischio in questa prima operazione di giornata ed ho dunque utilizzato due contratti mini dax.

Ogni contratto minidax equivale a 5 euro a punto, quindi 2 contratti * 5 euro/punto * 26 punti = 260 euro di rischio massimo.

Come vedi ho ridotto il potenziale rischio di oltre la metà (da 650 euro a 260). Ovvio che in questo modo ho ridotto anche il potenziale guadagno.

Vediamo come è andata

Alle 9.00 il mio target è stato raggiunto e la posizione è stata chiusa in profitto.

Bene, il mercato poi è sceso ancora, andando a colmare quel vuoto di prezzi che avevo individuato al mattino.

 

Ma non è questo il punto.

Torniamo al discorso iniziale. Ho iniziato alle 8.15 il mio lavoro di trader.

Alle 8.20 ho aperto la mia posizione e dopo 40 minuti circa sono andato a target realizzando un profitto di oltre 250,00 euro.

Sono pochi? Sono tanti?

Lascio a te giudicare, di sicuro per me c’è stato qualcosa di impagabile. Il mio sistema di trading mi ha consentito di lasciare il posto di lavoro e godermi il resto della giornata lontano dai monitor.

Questo è il mio modo di concepire il trading, la mia filosofia: il trading deve migliorare la tua qualità di vita.

Se vuoi apprendere Il Sistema Semplice e Replicabile che io e i miei studenti utilizziamo quotidianamente per fare profitti costanti sui mercati finanziari puoi trovare maggiori informazioni qui.

Alla prossima

Bruno

 

 

 

Gratis: La Guida del "Trader di Successo"

Cos’è il trading e perché fare trading potrà migliorare la tua vita e riempirla di soddisfazioni.

Clicca Qui Per Accedere...