Come dico sempre, il trader che voglia raggiungere il successo ed essere profittevole con costanza, oltre ad un buon Sistema oggettivo e replicabile, deve dotarsi di una buona dose di pazienza e disciplina.

Troppo spesso la voglia di operare subito ti assale non appena ti metti davanti al pc e apri un grafico. Questo ti porta spesso a dimenticarti completamente del metodo e, quasi inevitabilmente, a subire una perdita.

Per questo molti trader, pur essendo dotati di un buon metodo poi riescono a rendersi la vita difficile (nel trading) rendendo complicato quello che, almeno sulla carta, è di una semplicità disarmante.

Così succede che hai imparato un metodo efficace, oggettivo, replicabile… ma non lo usi o peggio, te lo dimentichi e vai avanti con il fai-da-te.

Magari qualche trade ti va bene, soprattutto all’inizio, e pensi che tutto sommato i risultati si possano ottenere anche senza essere costanti e disciplinati nella applicazione delle regole.

E prima o poi, inesorabile, arriva la bastonata.

Visto che il nuovo anno è appena iniziato, fammi una promessa: quest’anno promettimi che farai solo operazioni seguendo il metodo. Vedrai che essere metodico e disciplinato paga… e molto bene.

Te lo dico, e posso dirlo, perché ormai da anni utilizzo un Sistema che prevede un setup rigoroso ed entro sul mercato solo se si verificano le condizioni previste dal mio sistema basato sui volumi di scambio.

Oggi, 2 gennaio, mi sono messo al pc perché volevo inaugurare l’anno con una operazione positiva. Quindi ero fermamente intenzionato ad attendere con pazienza un setup a basso rischio.

Quando guardo un grafico cerco sempre di capire chi ha il controllo del mercato in quel momento, cioè quando le mani forti entrano decise a portare il mercato in una direzione ben precisa. Se capisco che le mani forti stanno entrando al rialzo allora acquisto; se, viceversa, questi grandi operatori, istituzionali o banche d’affari, entrano al ribasso allora mi accodo e vendo anche io.

Un insegnamento che ho ricevuto molti anni fa – e che ti passo volentieri – è quello di vedere il mercato come un campo di battaglia dove si fronteggiano due eserciti: quello degli acquirenti e quello dei venditori. Ecco, mi è stato insegnato quello che può sembrare ovvio, cioè di mettermi sempre dalla parte del più forte, dell’esercito che mostrerà di poter vincere la battaglia.

Oggi ho gli strumenti per capire quale sarà questo esercito, e questi strumenti sono i volumi di scambio.

Se hai letto i casi di studio che ti ho presentato nei giorni scorsi, capirai che uso sempre lo stesso Sistema facendomi aiutare dal mio indicatore (quello che vedi disegnato nel grafico con la linea tratteggiata blu) che mi fa capire se c’è più pressione in vendita (quando i prezzi sono sotto l’indicatore) o in acquisto (quando viceversa i prezzi si trovano al di sopra).

Dal momento che in molti mi avete chiesto qualche esempio sul mini dax, visto che si può trattare anche con un capitale ridotto (anche solo 5.000 euro anche se ripeto sempre che con 10.000 euro si opera in maniera più rilassata) l’operazione che vi propongo oggi l’ho fatta proprio sul future mini dax (da 5 euro a punto).

Gratis: La Guida del "Trader di Successo"

Cos’è il trading e perché fare trading potrà migliorare la tua vita e riempirla di soddisfazioni.

Clicca Qui Per Accedere...

Vediamo subito il grafico:

 

Questo è il grafico del Mini Dax di questa mattina 2 gennaio 2019.

I miei indicatori mi dicono 2 cose importanti:

  1. Dopo il primo movimento al ribasso hanno cominciato ad entrare compratori e il prezzo è salito. Che entrano volumi in acquisto me lo dice l’indicatore nella parte inferiore del grafico. Come è indicato dalla freccia verde i prezzi salgono e l’indicatore dei volumi sale con regolarità costante. Segno che la salita del prezzo è accompagnata da volumi sostenuti in acquisto.
  2. L’indicatore che ho sul grafico, quello con la linea tratteggiata blu, mi dice però che non è ancora il momento di comprare perché i prezzi si trovano ancora al di sotto dell’indicatore stesso.

E qui entra in gioco la pazienza e disciplina di cui parlavo all’inizio.

Prima di comprare devo attendere pazientemente che i prezzi si portino al di sopra dell’indicatore blu.

 

Non devo attendere molto che i prezzi si portano finalmente sopra il mio indicatore.

L’Indicatore Volumetrico conferma la forza del rialzo, perché segue i prezzi e si impenna.

Ma devo avere ancora un momento di pazienza perché ora devo cercare un punto di entrata a basso rischio.

Entrerò solo una volta che ci saranno state le prime prese di profitto. Un ottimo punto di entrata del mio Sistema basato sui Volumi di Scambio è proprio quando i prezzi fanno il pullback sul mio indicatore.

In gergo tecnico questo movimento si chiama pullback, cioè in pratica i prezzi tornano un po’ indietro e questo succede perché diversi traders prendono profitto e vendono dopo il rally rialzista.

Ed ecco che puntualmente si verifica il pullback:

Ora finalmente posso aprire la mia operazione al rialzo.

Posiziono uno stop piuttosto ampio (30 punti = 150 euro) per evitare che un piccolo movimento contrario possa buttarmi fuori dal mercato, considerando che ho il conforto dal mio indicatore volumetrico che mi indica l’entrata di forti acquisti da parte delle mani forti.

Posiziono il target a 60 punti, quindi con un rapporto di rendimento 2:1 rispetto al rischio.

Una volta fatto questo chiudo il PC e mi dedico ad altro.

L’ho detto anche nei precedenti casi di studio e lo ripeto: il trading deve migliorarci la vita, quindi una volta entrati in posizione si mette stop e target e si fa altro.

In questo modo hai due benefici: primo, ti godi il tuo tempo; secondo, non ti stressi guardando cosa fa il mercato.

Possono succedere solo due cose: la peggiore è quella che il mercato raggiunge il tuo stop. Ma lo avevi messo in preventivo. Pazienza andrà meglio la prossima volta. La seconda, quella molto più piacevole, è che il prezzo raggiunga il tuo target.

Prova a pensarci: anche se stai davanti al pc non puoi influenzare il prezzo. Quindi lascia che sia.

Vediamo come è andata.

 

Direi decisamente bene, dopo il mio acquisto il mercato è salito e ha raggiunto il mio target.

Senza dubbio una bella operazione: 60 punti di mini-dax sono 300 euro, meno le commissioni, direi che l’anno è iniziato nel migliore dei modi.

E, come di consueto, ecco gli eseguiti:

Questa è una operazione alla portata di tutti: usare il mini-dax con una leva bassa facilita anche la disciplina perché quando la posta in gioco non è troppo elevata si è più propensi a seguire le regole del Sistema. Soprattutto quando sai che hai tra le mani un Sistema valido, oggettivo e replicabile nel tempo come il mio Sistema sui Volumi di Scambio.

A proposito di questo ho da darti una buona notizia…

…se mi hai seguito queste settimane saprai che ho reso disponibile per qualche giorno, con uno sconto di oltre 1.000€  il mio Corso Futures sui Volumi di Scambio, nel quale insegno lo stesso sistema che io e i miei studenti usiamo quotidianamente (lo stesso che ho applicato per l’operazione di oggi che ti ho mostrato in questo articolo) per generare profitti sui mercati finanziari in modo costante.

Ebbene la promozione è terminata il 30 dicembre e nessuno ha più potuto accedervi.

Di solito non faccio eccezioni, ma dal momento che ho ricevuto una decina di email da persone che desideravano accedere al corso, ma che non hanno avuto modo causa gli impegni famigliari di queste vacanze natalizie, ho deciso di prolungare la promozione del mio Corso Futures sui Volumi di Scambio ancora per 24H e dare un ulteriore possibilità di usufruire di questa offerta.

Clicca Qui Per Accedere Alla Promozione (SOLO 24 ORE)

 

Bruno

 

Gratis: La Guida del "Trader di Successo"

Cos’è il trading e perché fare trading potrà migliorare la tua vita e riempirla di soddisfazioni.

Clicca Qui Per Accedere...