Onde di Elliott e FTSE MIB: seguiamo la struttura delle quotazioni dell’indice secondo la Teoria delle Onde di Elliot.

Il nostro indice FTSE MIB ha raggiunto, nelle ultime sedute, livelli molto importanti dal punto di vista tecnico: quota 22.400 e poi 22.800 sono livelli importanti di resistenza statica.

Ma vediamo quale potrebbe essere la struttura in atto dal minimo di giugno 2016, secondo i pattern di Elliott.

Qui di seguito un grafico a 3 giorni, una via di mezzo fra il settimanale e il daily, dove abbiamo riportato una possibile classificazione di tutto il movimento rialzista.

Dal minimo del 27 giugno 2016, a 15.017 punti indice, il FTSE MIB ha iniziato una salita abbastanza contorta, realizzando un’onda (1) o una A e poi un’onda 2 o una (B). Dopo questi due primi movimenti i prezzi sono esplosi al rialzo andando a formare, presumibilmente un’onda estesa, una potenziale (3) o C che si potrebbe chiudere proprio fra i livelli 22.400-22.800.

Non è da escludere che dopo il raggiungimento di questi livelli, l’indice possa realizzare una forte discesa, in quanto si chiuderebbe tutta la struttura in ABC. Il primo step di questa discesa potrebbe essere rappresentato dal livello 20.500.

Ma l’onda 5 finale che vediamo sul grafico disegnata in rosso, si è già chiusa?

Per cercare di capire se l’onda impulsiva finale è conclusa o meno, proviamo a scendere di time frame e classifichiamo la struttura in atto.

Quello che segue è un grafico giornaliero dell’indice, dove abbiamo ipotizzato la costruzione di un triangolo diagonale, vediamo perché:

Allo stato attuale i movimenti che si stanno susseguendo dal minimo realizzato lo scorso luglio, sembrerebbero strutturati tutti in 3 sotto onde, caratteristica tipica dei triangoli diagonali. Inoltre l’indicatore di forza (in basso disegnato in blu) ci porta a pensare che sul massimo relativo di agosto potrebbe essersi chiuso un primo movimento impulsivo. Dal momento che questo movimento risulta essere molto lungo e la ipotetica onda 3 più corta, abbiamo ipotizzato che i prezzi possano mettere in atto questo tipo di struttura, ma per avere una conferma di questa ipotesi dobbiamo attendere la formazione di un ulteriore massimo di swing, cosa che non è ancora avvenuta.

In conclusione:

Se da qui a poco i prezzi attueranno una correzione, realizzando un massimo di swing, potremo continuare nell’ipotesi che l’indice stia realizzando un triangolo diagonale, in tal caso potremmo assistere ad una correzione verso area 22.000 e poi un ulteriore rialzo che potrebbe portare i prezzi verso quota 22.800. Nell’eventualità che questo non avvenga, riclassificheremo la struttura in considerazione dei nuovi movimenti.

Continua la lettura con gli altri miei articoli, cliccando qui

Se invece vuoi saperne di più sulla tecnica delle Onde di Elliott puoi visitare questa pagina.

E se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui social!

Buon trading!
Agata Gimmillaro