Dopo vari test della soglia dei 22.560, l’indice FTSE MIB è riuscito a rompere questa importante resistenza.

Dopo la rottura della resistenza, l’indice italiano si è portato poi velocemente sulla successiva resistenza statica in area 22.850 punti indice e una volta raggiunta la resistenza statica a 22.850,  è tornato indietro velocemente riportandosi nuovamente al di sotto dei 22.560 punti.

Se guardiamo nel complesso il grafico a 4 ore del FTSE MIB, che riportiamo qui di seguito, possiamo notare che si è creata una figura di inversione ribassista che nell’analisi tecnica classica viene definita “testa e spalle”.

ftese mib

Nell’immagine notiamo come, con la spalla destra, i prezzi abbiano toccato perfettamente il massimo della spalla sinistra e poi sono tornati indietro velocemente, riportandosi nuovamente all’interno della congestione. La neck line del testa e spalle è lievemente inclinata verso destra e la figura verrà confermata con la violazione di area 21.000 punti, con presunto target in area 19.800, target dato dalla proiezione della distanza fra testa e neckline.

Ma veniamo ora alla classificazione degli ultimi movimenti secondo le Teoria delle Onde di Elliott, per capire se il movimento correttivo verso l’alto potrebbe essere concluso o meno.

L’indice sembra aver costruito una correzione complessa, invalidando la nostra ipotesi iniziale di correzione semplice. Come sottolineiamo spesso, è sempre difficile comprendere che tipo di correzione attueranno i prezzi fin dall’inizio, ma l’importante è capire, dal tipo di struttura, che siamo all’interno di una correzione.

Secondo la nostra opinione, i contorti movimenti rialzisti che ha attuando l’indice italiano dal minimo di 21.500, realizzato lo scorso 15 novembre sono, con molte probabilità, movimenti correttivi e non impulsivi. Abbiamo classificato tutta la struttura correttiva che sembrerebbe essere giunta a conclusione in area 22.000 con un secondo abc. Riteniamo che ora l’indice potrebbe riprendere la discesa con il successivo movimento impulsivo verso il basso, e primo target area 21.350.

Nel movimento verso il basso dovremmo assistere alla costruzione di una struttura in 5 onde, per cui 3 movimenti impulsivi verso verso il basso e due correttivi verso l’alto.

In conclusione, rimaniamo di sentiment ribassista fin tanto che i prezzi non violino il massimo relativo realizzato dall’ultimo abc correttivo a 22.838 punti indice.

 

Buon trading!
Agata Gimmillaro

 

Se vuoi leggere gli altri  miei articoli, importanti dal punto di vista didattico per cominciare a capire come funziona la tecnica di Elliott, clicca qui

Se invece vuoi imparare ad analizzare i grafici con la tecnica Onde di Elliott visita questa pagina.

E se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui social!