In questo articolo aggiorno velocemente l’analisi dell’S&P500 future dopo gli ultimi movimenti rialzisti.

In genere quando si effettuano analisi utilizzando la Teoria delle Onde di Elliott  si usano grafici lineari. Personalmente preferisco utilizzare un grafico renko per “pulire” grafico ed indicatori ed avere una visione più “lineare”.

A mio avviso il primo movimento discendente partito dal massimo realizzato lo scorso febbraio, non è a carattere impulsivo. Mi sarei aspettata  che i prezzi da area 2.750, potessero essere respinti nuovamente verso il basso, in quanto avevo ipotizzato la realizzazione di un’onda 4 e poi una 5 ribassista per completare la ipotetica struttura impulsiva ribassista.

Allo stato attuale è ancora possibile, come estensione, ipotizzare di essere in onda 4, ma a mio avviso improbabile facendo una proporzione “spazio-tempo”, di conseguenza preferirei riclassificare i movimenti di breve termine come evidenziato nel grafico che segue:

 

SPX Renko

Sembrerebbe che dal minimo di marzo si sia sviluppata una struttura rialzista impulsiva, in quanto riusciamo ad evidenziare molto bene le 5 onde tipiche degli impulsi ed è per questo che, da qui a breve, mi aspetterei un movimento correttivo verso il basso di tutta l’onda classificata come A con target minimo area 2.700 – 2.750.

Nel caso in cui invece i prezzi rompessero prepotentemente area 3.000 (cosa che escluderei in quanto il momentum è in divergenza ribassista) riclassificherò la struttura, dal momento che non è da escludere che l’onda 5 finale possa strutturarsi come triangolo diagonale.

Attendo ulteriori movimento e cercherò di riadattare la classificazione nel caso fosse necessario.

Buon trading!
Agata Gimmillaro

Se vuoi leggere gli altri  miei articoli, importanti dal punto di vista didattico per cominciare a capire come funziona la tecnica di Elliott, clicca qui

Se invece vuoi imparare ad analizzare i grafici con la tecnica Onde di Elliott visita questa pagina.

E se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui social!