Il nostro FtseMib, pur dando prova di notevole forza, non è ancora riuscito a superare i 19300 punti che restano il livello discriminante tra la continuazione del rialzo e la ripresa del trend ribassista.

Soltanto sopra 19300 infatti potremo dire che sia scongiurato il pericolo di vedere nuovamente l’indice riportarsi sui minimi di periodo, almeno nel breve periodo.

Se, infatti, è vero che la correzione partita dai massimi relativi del 14 marzo è stata contenuta e da l’impressione di essere dovuta, almeno al momento, alle iniziali prese di profitto dopo il rally seguito alle importanti misure della BCE, dal punto di vista tecnico non si possono escludere ulteriori ribassi come evidenziato nel grafico che segue.

Ftsemib-al-close-del-16.03.2016

FtseMib: chiusura o estensione della correzione?

Si tratta di vedere, qualora questa correzione riuscirà a mantenersi al di sopra dei 18450 punti, se sia da considerarsi chiusa l’onda correttiva con il via libera ad un nuovo rialzo alla caccia dei precedenti massimi, oppure se, come penso più probabile, questa correzione possa estendersi in area 18.000.

In questo caso sarà fondamentale la tenuta dei 18.000–17450 per pensare di poter nuovamente puntare ai massimi di periodo prima e poi ai 20.000, una volta violato il livello cruciale dei 19300 punti.

Personalmente non credo tuttavia che l’indice si produrrà in un ulteriore rally ma piuttosto che il nuovo rialzo sarà intercalato da ulteriori prese di profitto. Per questo motivo occorre attentamente monitorare i livelli indicati e posizionarsi al rialzo solo sulla tenuta di questi importanti supporti posti, come detto, tra 18.000 e 17.450.

Buon Trading!